Vecchia valigia 

Vecchia valigia come va, quanto tempo è volato già,
quante mani sono passate fra le nostre dita.
Vecchia stella del mio cuore, vecchio cuore della mia vita,
vecchia valigia ancora buona per una gita.
Come una luce da un finestrino di treno la vita abbaia e morde,
un giorno al centro del quadrato e il giorno dopo alle corde,
e nessuno che si faccia in quattro per volerti aiutare.
Ma forse siamo solo noi che non sappiamo cercare.
Vecchia ragazza come va, beato chi ti conosceva già,
prima che ti andasse via dagli occhi tutto quel mare.
Quando ogni giorno pareva un anno, tutti gli anni insieme una passeggiata,
vecchia ragazza quand’eri giovane e disperata.
Come una luce da un finestrino di treno la vita morde,
un giorno scava più piano e il giorno dopo più forte.
Ma per l’acqua di quel miraggio quanta strada da fare.
Ma forse siamo solo noi che non sappiamo viaggiare.
Vecchia valigia come va, guarda quanta notte se n’è andata già,
se ci stai attenta puoi sentire gli uccelli cantare.
Vecchia stella del mio cuore, vecchio cuore della mia vita,
la vecchio amore ancora buono per una gita.
Come una luce da un finestrino di treno la vita vola,
lascia le lacrime di madreperla fra le nostre lenzuola,
e se provi a voltarti indietro non c’è nulla da raccontare.
Ma forse siamo solo noi che non sappiamo guardare.
FRANCESCO DE GREGORI
Vecchia valigia
1987-Terra di nessuno

Annunci

L’evento

Quante volte sono morto,
Quante volte nascerò,
Prima di sentirmi un vero uomo.
Sono stato libero, o forse ho finto non lo so,
Ho navigato i secoli, sui cavalli a dondolo,
Imparando a ridere…
Io sono io,
Ma un evento poi non è…
Io sono io,
Ma un trionfo poi non c’è.
La mia follia, il mio genio son finiti qua…
Nell’enciclopedia,
In sei pagine la storia mia,
Ma nessuno mai la leggerà!
Corre l’astronave alla conquista di uno spazio in più,
Mentre qui per l’uomo non c’è posto.
L’allegria è una pillola,
L’alienazione è un vecchio rock,
Gli eroi fanno sorridere,
Io continuo a illudermi,
Che va bene anche così…
Io sono io,
Ma un evento poi non è…
Io sono io,
Ma un trionfo poi non c’è.
Aspetterò, questo tempo mi sorprenderà,
Sciupando il corpo mio,
Disperdendo ogni speranza in me,
Qualcun altro la raccoglierà!
Se vivo o muoio una ragione c’è!
Ma che animale sono io?
Questo uomo che destino avrà…

Renato Zero 

DALL’ALTRA PARTE DELLE COSE 

Stasera ho voglia di proporre questo blog, questa ragazza che mostra una semplicità e bravura incondizionati da qualsiasi prova talent, perché per salire la china bisogna guadagnarsela la popolarità, con il sacrificio e la passione vera. In passato ho già parlato di lei, ascoltate la sua nuova canzone. 🙂

Giulia Pratelli

Qualche mese fa è iniziato un nuovo percorso.

Dopo un lungo periodo passato in silenzio, lontano dalle note e dalle parole, sono tornata a scrivere. È stato difficile, sembrava di non averlo mai fatto. Tutto quello che riuscivo a tirare fuori era povero, incompleto. Accanto a me però avevo qualcuno disposto a tendere una mano, ad aspettare che piano piano la musica riprendesse il suo corso e nascessero le canzoni giuste. Passo dopo passo, ce l’abbiamo fatta.

Adesso abbiamo tra le mani un disco pronto, che ci rende felici e orgogliosi del nostro lavoro e che non vedo l’ora di farvi ascoltare… ma ogni cosa ha il suo tempo per accadere.

Intanto, però… il viaggio insieme è cominciato perché il 13 gennaio è uscita la prima canzone di questo nuovo disco, il primo passo di questa nuova avventura. Racconta di quando avevo paura di non essere capace di ricominciare, di…

View original post 23 altre parole

Bottoni #9

#anteprima Bottoni questa settimana dedicato esclusivamente ai libri, la musica e il cinema. Vi ricordo che chiunque può proporre un proprio articolo, pensiero o simili, postando la propria idea nei commenti. Buona domenica e buon inizio settimana.

buttons-1591629_640
#frasedellasettimana io avrei voluto morire, tu volevi andartene lontano [fotografia delle volte in cui siamo stati Anna e Marco, anche senza tenerci per mano](twitter eli_senzaimmagini

COPERTINA

#giorgia ORO NERO

#bookofourdays oggi non pubblico il consueto post di Memoriarem perché si tratta della mia proposta de “Il suono del mondo a memoria” che potete trovare qui. Sempre di Marta invece la proposta di lettura dal suo blog, si tratta de “Una storia quasi solo d’amore” di Paolo Di Paolo Qui la recensione.

Un’altra proposta di lettura che propongo viene dal blog di Valentina, La biblioteca di Babele, si tratta di “Artico nero” di Matteo Meschiari. Qui la recensione

Visto che siamo larghi in tema libri, faccio il tris con la mia proposta di questa settimana, “Lo spacciatore di fumetti” di Pierdomenico Baccalario. Qui la mia recensione
20161113_182722.jpg
#istagram giaadas (Natale in Svizzera)
wp-1479639302727.jpg
#film Tutto Può Cambiare Pellicola a tema musicale, dove la musica è fonte d’amore ma anche di distacco. Creatività sotto forma di sentimenti e amicizia. In breve segnalo da questo film la bellezza e la poesia delle scene live, riguardanti la registrazione del disco in strada di Greta (Keira Knightley), e anche l’idea di inserire i flashback iniziali , riguardanti i momenti d’amore della coppia Greta-Dave, attraverso i video registrati sul telefonino della ragazza. La parte maschile più importante è quella di Dan, interpretato da Mark Ruffalo in un ruolo decisamente forte e vincente. Segnalo anche la presenza di Hailee Steinfeld, già vista all’esordio cinematografico nel remake de “Il grinta”, nel ruolo di Violet, figlia di Dan. La sua parte inserisce una nota di colore positivo al film non indifferente, anche lei troverà la sua rinascita adolescenziale attraverso l’amicizia che si crea con Greta. Regia di John Carney, per questo film del 2013 riproposto nella visione attraverso il post di Wayne sul suo blog la scorsa settimana. parlando dell’ultimo film del regista “Sing street”.Qui il tutto

RETROCOPERTINA Keira Knightley

Bottoni #8

#anteprima Ricco di Bottoni questo nuovo numero del magazine personale edito da cattura blog. Molto spazio ai libri e ai fumetti, senza dimenticare il sociale e i capolavori al cinema. Buona domenica e buon inizio settimana con Bottoni.
buttons-1591629_640

#frasedellasettimana “Era bella, ma non bella da esposizione:bella da amare, da stringere forte…” Vjollca Lika

COPERTINA

wp-1478985732147.jpg

Quei gran geni di 610 hanno creato la pubblicità del secolo, visto che siamo ormai diventati quasi tutti schiavi degli smartphone e applicazioni abbinate. La cosa che però mi da più fastidio, o meglio mi produce sgomento, è sapere che molti genitori pur di distrarre i loro figli, di età da 0 a asilo, ma ovviamente anche di più, avvicinano le piccole ignare creature al “gioco”. e succede l’irreparabile, diventano dipendenti anche loro.

#bookofourdays Nuovi consigli di lettura, come ogni mercoledi nella rubrica dedicata a cura di Memoriarem sul suo blog e account Instagram.
wp-1478987629243.jpg
Cari lettori,
continuiamo con i vostri scatti per questo secondo anno della rubrica #BooksOfOurDays.
Di cosa si tratta ?
Di condividere i libri che vi stanno accompagnando ora, oppure quelli che sono stati importanti per voi, o quelli che portate nel cuore e che, nonostante il passare delle stagioni, non spengono mai la loro luce. Scrivetene anche il motivo, bastano poche righe, ma se vi siete emozionati al punto da produrre un papiro non sarò certo io a contenervi!
Come condividere?
Potete farlo con una foto su Instagram aggiungendo l’hashtag #BooksOfOurDays e taggandomi, così sarò sicura di non perdere nemmeno uno dei vostri suggerimenti. Oppure potete farlo sulla mia pagina Facebook che trovate proprio sotto il titolo del blog, magari in messaggio privato, così da mantenere l’effetto sorpresa. Se non voleste pubblicare foto, magari perchè il libro che vi ha appena entusiasmato è stato riportato in biblioteca, non preoccupatevi, scrivetemi il titolo e provvederò a trovare io l’immagine; l’importante è che vi firmiate.
Quando condividere?
A ogni ora, ma diamoci dei tempi organizzativi. Il post verrà pubblicato ogni mercoledì, ma voi potete postare dal lunedì al sabato con scadenza alle 12.00, così dopo entriamo ufficialmente nel mondo del weekend e nelle pagine del nostro nuovo libro. Che dite?
I sei libri consigliati questa settimana li trovate QUI

#graphicnovel Altro bottone nuovo per la rubrica, quando ci sarà occasione analizzeremo singolarmente le graphic novel, per chi non lo sapesse si tratta di storie a fumetti sotto forma di libri, in breve. In settimana ho inserito sul blog la recensione di “Il suono del mondo a memoria”, di Giacomo Bevilacqua Qui la mia recensione, inoltre vi propongo anche la recensione di “Una storia” di Gipi, a cura della nuova amica blogger Tararabundidee. Qui la recensione

#altriblog Vienimi a cercare
Mentre provavo a starti dietro, mi sono persa, ho perso il sonno, ho perso il senno, mi son girata e non mi son più trovata,ho provato a resistere alla piccola vocina che mi sussurrava di fermarmi , poi inconsciamente l’ho dimenticata perché sentivo solo la tua di voce, vedevo solo la tua di luce, non credendo mai che ti potessi spegnere. Fin quando non lo hai fatto.
E io mi sono persa.
Ora quella voce non mi sussurra più dolci avvertenze,ma mi sgrida, urla, sbuffa, sbraita, impreca e poi di nuovo si scaglia contro la mia coscienza impaurita. E non oso oppormi a questa punizione, non oso pensare di non meritarla, non oso provare ad anestetizzare il mio cuore.
Voglio sentirti sulla pelle , anche se bruci ,
voglio sentirti sulle labbra, anche se mordi,
voglio sentirti sulla schiena , anche se graffi.
Mi sono persa e non voglio ritrovarmi, però tu vienimi a cercare.
Il blog ospite di questa settimana è (my)miricae

#sting Per la riapertura del Bataclan, il locale che ha subito uno degli attacchi dei terroristi a Parigi giusto un anno fa, si è esibito Sting, un grande ritorno live per uno degli artisti più validi degli ultimi trent’anni, a cominciare dai Police. nel link di repubblica le prime note di apertura, con Fragile.  http://video.repubblica.it/mondo/parigi-sting-al-bataclan-apre-con–fragile/259001/259301

#fumetti Diabolik R N°665 Uscito in edicola questa settimana l’albo ristampa del 2002, Relazioni pericolose. Una serie di situazioni che arrivano a mettere in difficoltà i piani di Diabolik e Eva, nonostante Ginko fuori uso già ad inizio storia, dopo un inseguimento catastrofico ai due criminali di Clerville. Bella e ancora un po ingenua Rebecca, che sulla retrocopertina viene ritratta molto sexy, stile Eva Kant, ma in realtà è ancora acerba per pose cosi attraenti. Da comprare.
wp-1479031335698.jpg

#ungiornounnome SILVIA
Quanto mi sei mancata Silvia, o quanto sei mancata ai miei occhi, ubriachi dei tuoi occhi e del sorriso di sempre. Non voglio stare più lontano Silvia, se posso, dal tuo sguardo sincero e dall’affetto che provo, vero.
(pubblicato il 23 aprile 2016)

#istagram la_collezionista_di_storie
wp-1479032945147.jpg “Ci teniamo tutti ad essere accettati, ma dovete credere che i vostri pensieri siano unici e vostri, anche se ad altri sembrano strani e impopolari, anche se il gregge può dire: «non è beeene». Come ha detto Frost: «Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta ed è per questo che sono diverso».”

RETROCOPERTINA Anne Hataway 12 novembre 34 anni. Auguri.

Bottoni #7

buttons-1591629_640

#anteprima Pagina bianca ispirata all’ultimo numero di Dylan Dog (quello del ritorno di Tiziano Sclavi, in settimana la recensione sul blog) per rappresentare il terremoto, o meglio tutte le chiacchiere che girano intorno sui social. Anticipata anche questa settimana da una frase di Laura Marziali, che suo malgrado si trova coinvolta nel suo paesino marchigiano. Per il resto torniamo su argomenti leggeri che non devono mancare mai. Soprattutto quando fuori piove. Buona settimana.

#twitter Laura Marziali: Quante cazzate leggo. Quanta inutilità. Qui è solo panico e terrore. Solidarietà e coraggio. Non serve altro.

COPERTINA
senzanome
Non bastava l’atrocità del sisma per rendere cosi tristi questi giorni di autunno, seconda parte della calamità naturale che ci ha colpito già a fine agosto. Oggi come due mesi fa ci sono personaggi che si palesano sui social, riuscendo a farsi amplificare, nonostante dicano delle stronzate da censurare. Noi passiamo oltre e come dice Laura ci adoperiamo per solidarietà e coraggio, ognuno come può. che ne pensate voi?

#bookofourdays Prende il via questa settimana la collaborazione con il blog Memoriarem, utilizzo quindi il suo post settimanale, pubblicato ogni mercoledi sul blog e sull’account Istagram, per scoprire nuovi consigli di lettura.

 

foto di
foto di “Leggiamoci su”

Questa settimana Leggiamocisu ha proposto Fiore Di Tuono di Jean Teule.
“Un romanzo che si appiccica addosso come la sabbia. Le atmosfere sono cupe, gotiche, il romanzo è sconvolgente, la protagonista un angelo della morte a cui, inspiegabilmente, ci si riesce ad affezionare. #FioreDiTuono rimane uno dei romanzi più strani, e belli, che io abbia mai letto.”

#ungiornounnome NICOLETTA
Nicoletta, sogni d’oro
davanti al mare e al tempo
onde che scorrono come una preghiera
tra le rocce, quei pezzi di te ancora nuda
tra le lacrime e il ricordo
ad aspettare un ritorno per spedirlo all’inferno.
Nicoletta, una donna migliore
un sorriso che resiste
tra un tuono e un lampo
vieni qui che ti bacio
quel sorriso d’incanto.

#altriblog Ho qualcosa negli occhi
Ti ho voluto
così tanto
che ti so a memoria.
E magari anche lei ti sa,
ma no,
non come me,
che ti ho dentro gli occhi
da uno sguardo infinito.
Poesia molto bella scritta dalla blogger Il quadernetto

#Nada Questa settimana è tornata prepotentemente nelle classifiche di ascolto questa canzone di qualche anno fa di Nada, tratta da un disco bellissimo che tra l’altro ho ascoltato molto, del 2004, perchè contiene anche altri brani molto belli oltre a questo citato. Ma perchè questo brano è stato rispolverato tanto da occupare i primi posti delle classifiche? Perchè il regista Paolo Sorrentino lo ha inserito in una scena della sua serie televisiva in onda attualmente su Sky, quel “The young pope” di cui tanto si è parlato. Vi propongo questa versione live molto bella.

RETROCOPERTINA
#monicavitti E’ un ricordo, ma anche un presente incancellabile. La foto l’ho presa da una bellissima pagina fan presente su facebook e che seguo da tempo, gestita da una ragazza che ha sempre dimostrato molto affetto, e rispetto per la nostra amata Monica Vitti.
1008236_688939774477943_966697768_o

Bottoni #4

#anteprima Quarto numero per il magazine personale del blog Cattura, Bottoni.Settimana all’insegna dello sport e della lettura questa. Ricordo che chiunque abbia argomenti o idee da postare è il benvenuto.
COPERTINA

#bebevio Copertina e retrocopertina questa settimana solo per Bebe Vio, già da qualche anno si stava facendo notare per le sue imprese sportive, fino a coronare il sogno della medaglia d’oro alle paraolimpiadi di Rio lo scorso settembre.
#fiorellamannoia resto ancorato all’argomento di copertina con il video del nuovo singolo di Fiorella Mannoia, “Combattente”, ispirato proprio alla vita sportiva di Bebe. Un bel pezzo stile Mannoia, in genere pubblico solo il link, questa volta inserisco il video.

#altriblog Color cielo
La vestaglia color cielo
scivola suadente
sul fianco sovraesposto
da eccessiva luce
il tuo dorso
è parco giochi
della mente
che già accarezza
e delle dita che saranno
dispettosa brezza
mentre tu divertita
dal piacevole tocco
dai capelli raccolti
sfilerai il nodo a fiocco

Daniela,2016

fonte Il canto delle muse

copyright Astorina
copyright Astorina

#ungiornounnome Marta
Marta è una pianta di limone, dai frutti dorati su rami sospesi. Ha gli occhi dipinti da luce filosofale sotto capelli corvini e l’anima da ninfa. Marta è invenzione delle parole e fiaba per amare, se la guardi spesso resti incantato come quando esce il sei sulla faccia dell’unico dado.
@Toni2016(postato il 4 gennaio)

#recensione Diabolik R 664 LE TRE NINFE (ristampa del 2002)Da oggi inserisco le recensioni minori nelle rubriche del magazine personale. Storia molto originale, la scena vede protagoniste tre giovani e belle ladre che si fanno beffa del mondo bene di Clerville, compresi Diabolik e Eva. Sviluppata molto bene questa vicenda mette un po di colore nella vita criminale di Diabolik e Eva Kant, che influisce in qualche modo nella decisione del compagno di non impartire alcuna vendetta verso le tre donne che lo hanno messo a rischio cattura da parte della polizia. Da leggere.
wp-1476609137515.jpg

#retrocopertina Bebe Vio
14641984_1120835807986323_1662556513445776974_n

Bottoni #1

Introduzione: nuova veste per la rubrica settimanale di Cattura Blog, che da questa domenica assume un titolo definitivo e si presenta come un piccolo magazine personale.
Perché bottoni. I bottoni sono oggetti piccoli ma con la forza necessaria per legare fra loro due unità indipendenti. I bottoni, proprio loro, quelli che con semplici ago e filo sposano i tessuti, i colori, il calore. Le dita con la scusa di allacciare i bottoni sfiorano il cuore, allacciano a loro volta sentimenti e si legano alla pelle.
In questa mia modesta rubrica i bottoni sono piccoli cilindri che vogliono attaccare pensieri a una pagina vuota, e la mia idea è di trovare altri bottoni nei commenti da abbinare. Di tutti i colori.

I bottoni sono volubili, proprio come le donne. A volte ti lasciano senza preavviso. (cit. Barbara Baraldi)

#copertina

visitare-il-colosseo

ROMA. Sempre in primo piano, città eterna, povera Roma, maltrattata e perseguitata. Città che vuole guarire dalla malattia della speculazione, eppure ancora abusata, violentata nell’animo cittadino. Ma quelli che volevano le olimpiadi nella capitale non vanno a lavoro con i mezzi pubblici, sicuramente usano auto di servizio, i loro figli non stanno certo ad aspettare per un tempo interminabile i bus alla fermata per strada, non si trovano con la metro bloccata per guasti e allagamenti , insieme ai lavoratori che per tirare a campare con stipendi che non bastano più escono la mattina e tornano la sera a casa. A loro piace lo sport, eppure più attività sportiva dei romani attualmente non ne fanno neanche gli atleti olimpici, anche se i risultati non sono da record del mondo.

#campagnepromozionali Ma servono veramente queste campagne promozionali di cui recentemente il governo ha cominciato a fare uso improprio? e poi, perché qualcuno mi deve avvisare che corro seri rischi di vita se non allaccio la cintura di sicurezza, o metto il casco, o continuo a messaggiare al telefono incurante di quello che succede per strada? O ancora che è pericoloso portare bambini piccoli in macchina sul sedile anteriore, in braccio? per non parlare dei cani in braccio al guidatore. Non devo continuare, vero?

wp-1474796999199.jpg

#Mogol 80 anni di uno degli uomini più prolifici in fatto di testi, gran parte abbinati alle musiche di Lucio Battisti, ma non solo. Lo spettacolo trasmesso ieri sera da Raiuno è stato molto bello, e seguirà una seconda parte settimana prossima. Quindi se ieri sera ha prevalso gran parte della produzione con Lucio Battisti mi auguro prossima settimana si possa andare a consultare il resto dell’archivio, come ad esempio quelle canzoni che hanno accompagnato il sodalizio musicale di Cocciante(anche lui ospite ieri sera, ma ha interpretato Battisti) con Mogol. Ma mi preme citare anche “Un uomo da bruciare”, canzone che Mogol ha scritto per un giovanissimo Renato Zero, una delle mie preferite da sorcino. Io ho avuto la fortuna di ritrovarmi davanti Mogol al bancone del bar pochi anni fa, e dopo un attimo di sorpresa mi sono ritrovato a parlare con lui proprio del pezzo scritto per Renato, raccontandomi che lui non sapeva ancora chi fosse questo ragazzetto che era andato a cercarlo a casa per chiedergli di scrivergli un pezzo.
Ascolta Un Uomo da Bruciare

#ungiornounnome Carlotta è una nuvola, ma non di quelle che imperversano quando il cielo diventa scuro e lascia cadere lacrime cosi grandi da farle chiamare pioggia, che poi se la giornata è storta diventa temporale.
Carlotta è una nuvola che dispensa sorrisi, si sposa con il sole e si nasconde dal vento, che vorrebbe riportarla a casa vicino al lampo.
Carlotta ha gli occhi che si specchiano nel sole e non si brucia, la sua pelle sa di pesca e i baci di fiori freschi. La sua casa è la primavera ma quando hai bisogno la trovi sopra di te, a sorridere al tuo cuore come fosse sempre Natale, finchè il tuo cuore emerge dalla neve e il tuo coraggio diventa un aquilone che non smette mai di volare, anche in assenza di vento, anche nel vuoto di un sentimento.
@Toni2016
(In questo magazine troveranno spazio anche gli articoli che già ho pubblicato sul blog con l’hashtag ungiornounnome)

#retrocopertina Valentina Giacchi
vale

Mengoni

Ho visto una sola edizione di X factor,  e l’ho seguita perché il ragazzo portato da Morgan mostrava un talento raro. Adesso i vari x factor e simili sfornano idoli per teenager assetate di canzoni da scaricare sul cellulare,  non sanno cosa vuol dire essere artisti. Comunque quel ragazzo alla fine ha vinto, si trattava  di Marco Mengoni.