Amore non è una parola così forte per farcela da sola.

Un giorno alla volta costruisci il tuo tempo, quello spazio futuro che prevede un nuovo incontro, al di la di quello che dicono gli oroscopi e il barista di turno. Mentre i giorni passano ti guardi intorno come dal finestrino del treno, come il girotondo del bambino, tutti giù per terra. Ti ci aggrappi a volte a quelle sensazioni, come a quelle corna di renna che si mettono a Natale per far credere di essere presente, presente a te stesso e a chi non passi inosservato ma non ti calcola, che peccato!
Ti vesti di sogni quando la vedi e lei di sbagli quando si accorge di te, o almeno pensi, ed è come mettere un pantalone largo senza cintura, come entrare in un ospedale ed avere paura, come carezzare un’altra mano e sentirsi volare. Quel viso che hai scorto, tra i fumi di sigarette e alcool, lo senti sempre più vicino e sale l’imbarazzo perché ti senti bambino eppure un bacio arriva sempre, pensi all’amore che sta per nascere, ma non sarà mai abbastanza forte per farcela da sola, quando resta una parola mentre entrate in cucina.
@ToniM2019
Titolo del post Cecilia Seppia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...