Ci chiamano bambini

Quando l’innocenza smette di essere un gioco e si frantuma nella realtà, crea una linea divisoria tra persona e coscienza. Dentro scatta quella sensazione di poter evadere da qualcosa che non esiste ma vive nell’animo come un simbolo da mostrare. Ci chiamano bambini ma intorno costruiscono un bersaglio invisibile che gli permette di sentirsi in dovere di distruggere sogni, non sapendo che lo scudo lo indossiamo invisibile nascosto nel cuore.

@toni2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...