Innocenti evasioni

Ho scordato la mia vita al supermercato, l’ho lasciata con la spesa nel carrello direzione infinito, allora ho tracciato un tragitto di ritorno con la mente, quasi da non farmi riconoscere come paziente dal portantino fuori dall’ambulanza in attesa di partire verso un’altra luna.
Si accende la sirena, che pena, senza vita l’esistenza fluttua come un’altalena e io che non ho esperienza non capisco i pensieri in testa mentre tu occupi completamente la mia stanza.
Giunto in ospedale mi hanno aperto in due, “prego si accomodi” e poi mi hanno richiuso in quattro e quattr’otto, rimontandomi le pile al contrario, adesso vado indietro come un gambero, torno al supermercato ritiro la mia vita e la spesa la dirotto in una pazienza infinita.
©️ToniM2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...