Immagini

Oggi viviamo quasi esclusivamente di immagini, naturalmente il fattore principale è identificato nello smartphone o simili, dovunque insomma è possibile aprire una finestra virtuale. Fra le più consumate troviamo le immagini tragiche, quelle che vengono da zone di guerra o probabilmente quegli scatti rubati dove si muore sempre più facilmente, ha aperto le danze in questo senso il cadavere del bambino sulla spiaggia.
Tutto quello che mangiamo finisce prima ancora che nello stomaco nella galleria delle foto da pubblicare, tutto quello che lo specchio riflette, vestiti o nudi, finisce con appartenere a amici, conoscenti e amici dei conoscenti. E poi le ragazzine che prima ancora di conoscere il significato di pudicizia mostrano le tette appena sbocciate, per non parlare del resto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...