Chi siamo, e perché.
Di chi siamo, se dentro in padrone c’è.
O fuori, a origliare i pensieri, illustrazioni mentali come pistole scacciacani.
E tu c’eri, bevevi.
E tu cantavi mentre fumavi.
E lui ti guardava mentre scopavi.
Tracce di rapporti orali sui bicchieri degli aperitivi.
E tu dormivi, o morivi.
Di sangue o sperma, di sottile ignoranza, di letti sfatti e coglioni fatti.
Chi siamo e dove andiamo.
Chi siamo si ti amo
ma ancora aspetto la tua bocca
davanti la cerniera aperta.
Domani partiamo.

Annunci