Ci si abitua a tutto.
A sorridere anche dove non passiamo con piacere.
A correggere gli sbagli altrui dimenticando i propri.
A mangiare la crema pasticcera pensando al peccato.
A leggere di notte anche se stiamo dormendo.
A pensare ad un segreto on qualsiasi modo tranne quello che la parola stessa impone.
Ad aver paura dell’acqua.
Ad aver paura di restare soli.
Ad aver paura del dentista.
Ad attraversare la strada continuando a guardare il cellulare senza aver paura.
A correre in macchina o con la moto fregandosene di chi potrebbe incrociare la nostra traiettoria in qualsiasi momento.
A giudicare il prossimo senza avere un concetto reale della parola espressa.

Annunci