E  poi ti soffermi a leggere le cronache inerenti le partite di calcio, e ti ritrovi davanti a bollettini di  guerra degni dei migliori paesi che si ammazzano per un Dio. Da noi il Dio è il calcio, non più inteso come attività sportiva e divertente da vedere, dove vince il migliore , una volta tu, una volta io. Da noi il calcio è il pretesto per sfogarsi della vita che è una merda, mentre dentro gli stadi girano talmente tanti soldi che si potrebbero risolvere molti problemi, ad averceli tra le mani.
Sono anni che ci prendiamo per il culo affermando di voler combattere la violenza, ogni volta proibendo una cosa in più. Eppure gli stadi sono sempre aperti e i delinquenti sempre in giro, molti di loro pure famosi per la cronaca mondana. E ogni volta che ci scappa il morto le solite frasi fatte.

Annunci