Il lato positivo di questa storia è il distacco che si viene a creare fra la prima parte e la seconda, che presenta un passaggio infinito dei collegamenti tra le persone implicate nella storia.Certo, è ben facilmente intuibile che centra qualcosa la ragazza da cui tutto è partito, magari non ci si aspettava che la casualità è stato l’input a determinare tutte le azioni di cui Chiara si rende responsabile.
Storia equilibrata, un giallo che lascia fuori Ginko, trattandosi di un misfatto che avviene in un’altra città, e forse anche perchè l’ispettore di clerville avrebbe risolto subito il bandolo della matassa. Mi piace molto il personaggio di Chiara, che prima fa una promessa e poi tenta il tutto per tutto, ovviamente Diabolik non può considerare un tradimento quello della ragazza, ma la lascia comunque incurante del destino a cui dovrà andare incontro nelle mani dei poliziotti. Belli i disegni, con l’esordio della coppia inedita (fra loro) di Nunziati Brandi, e copertina che inizialmente lascia un po perplessi, ma una volta tanto è attinente in pieno con il fatto principale. La retrocopertina presenta una Chiara in bello stile, da parte di Buffagni autore anche della copertina, ma la ragazza mi paice di più nella rappresentazione di Riccardo Nunziati e jacopo Brandi. Anche Eva e Diabolik risultano perfetti, e la tavola 48 presenta la ciliegina sulla torta, quel lato sexi di eva che ogni tanto viene messo in evidenza.

Annunci