Secondo appuntamento con il magazine di Cattura blog, ogni domenica un nuovo spazio per approfondire più argomenti contemporaneamente.

#anteprima

20161002_104135.jpg
Ricca di uscite, anche celebrative, l’edicola fumettara di ottobre. Cominciamo con Dylan Dog e il numero del trentennale, una storia molto particolare nonchè attesa, completamente a colori, scritta da Roberto Recchioni per i disegni di Gigi Cavenago. Puntuale anche l’uscita del mio amato Diabolik, l’inedito di inizio mese e di Julia, criminologa presso la procura di Garden City. Numero celebrativo anche quello di Zagor, il N°666, per l’occasione si riaggancia al mondo di Dylan Dog. Nei prossimi gorni le mie recensioni.

COPERTINA

#guidaalcellulare L’uso del cellulare alla guida è causa del 20,1% degli incidenti automobilistici nelle strade italiane. A dirlo sono l’ACI e l’ISTAT secondo statistiche pubblicate nel 2014.
L’Aci spiega che “ogni giorno perdono la vita sulle nostre strade in media 9 persone, 3 incidenti su 4 sono dovuti alla distrazione. Una delle cause principali di distrazione è lo smartphone. Chattare, scattare o vedere selfie e foto significa perdere da 1 a 4 secondi: un tempo infinito. Quando siamo al volante, 1 solo secondo a 50 all’ora vuol dire 15 metri di buio, di perdita totale di controllo della strada. 4 secondi sono più di 60 metri e in 60 metri può succedere di tutto”.
Inutile che aggiunga altro, credo che una distrazione creata in qualsiasi momento vitale sia da sottoporre a visita psichiatrica, si possono fare tutte le campagne promozionali che vuoi, ma se uno è imbecille…trascuro di segnalare quante cose si vedono per strada.

#l’allieva Ha fatto il suo debutto in televisione martedi scorso la fiction tratta dai primi romanzi di Alessia Gazzola. L’ho vista come appassionato di fiction e come lettore del romanzo, fin dai tempi della sua uscita nel 2011. Devo dire che trovo questa trasposizione televisiva ben fatta, anche perchè la stessa Gazzola ha partecipato alla stesura della sceneggiatura, quindi non assistiamo a scempi di narrazione che abitualmente troviamo, soprattutto nei film tratti da libri. E poi trovo perfetti nei loro ruoli, che sono quelli principali, Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale.

#francescamichielin restiamo nell’ambito televisivo con una puntata su cinema e canzone. ieri sera è andata in onda la seconda parte della serata dedicata a Mogol, e tra gli altri si è esibita anche Francesca Michielin con la sua appassionante versione di Il mio canto libero, già proposta nelle cover a Sanremo2016, ed ogni volta commuove sempre più. da notare l’abbraccio con Mogol al termine dell’esibizione, lo stesso modo di Sanremo con carlo Conti, un abbraccio liberatorio. Però di lei voglio parlarvi(già in programma settimana scorsa e rimandato a oggi) del brano scelto come colonna sonora del film Piuma, presentato anche alla mostra internazionale di Venezia. Si tratta di Almeno tu ed è accompagnato da un bellissimo video che interpreta insieme agli attori del cast. Ecco il video

#ungiornounnome DAPHNE
La vedi, da lontano arrivare La Daphne
bellezza avvolta nel vestito rosso, cornice onirica
come fosse il dipinto di un tramonto negli occhi.
Scortata da versi narrati figli dell’amore tra i denti.
Ninfa del piacere, creatura mitologica tra talento e assi del palcoscenico, una prima a teatro, un volo pindarico.
ToniM2016 (pubblicata il 3 gennaio)

#retrocopertina Ilary Blasi
Proprio il giorno del compleanno del marito, che in fatto di popolarità le ha dato una certa conoscenza, la signora Totti ha dato uno scossone alla sua esistenza privilegiata, se mai ce ne fosse stato bisogno. Ho sentito dire che l’intervista di ilary Blasi alla gazzetta dello sport non sia proprio recente, quindi i suoi attacchi difensivi a presidente e allenatore della Roma risalgono ai giorni in cui c’era maretta in campo giallorosso. Non seguo più di tanto quindi prendo per buone le informazioni. Ma c’è da dire che non è solo questo il segnale che sta lanciando Ilary, anzi c’è di più. da poco alla guida del grande fratello vip, sembra sia una presentatrice senza tacchi ma con cervello ben sviluppato, una insomma che non va tanto per il sottile per quei poveri individui denominati vip. E come se non bastasse torna alla conduzione delle iene, programmato per due sere a settimana. Insomma niente, è la donna del momento e sicuramente con merito, forse l’unica in questo periodo che potrebbe rubare il posto a Virginia Raggi come sindaca di Roma.

Milano, trasmissione tv "Le Iene". Nella foto Ilary Blasi
Milano, trasmissione tv “Le Iene”. Nella foto Ilary Blasi
Annunci