Lei non vuole vederti mangiare, vuole assaporare la tua amicizia, comprendi?

#settembre nel nostro immaginario collettivo dovrebbe portare nuove intenzioni, nuovi stati d’animo, nuovi modi di affrontare la vita, invece se ci guardiamo bene dentro resta tutto più o meno invariato, con briciole di nostalgia che si aggiungono ai pezzi cresciuti messi da parte nell’album delle fotografie (digitale oramai). Per quanto riguarda questo blog voglio riesumare questa rubrica domenicale in cui parlare di diversi argomenti, l’ho già sperimentata qualche volta mi sembra nel mese di maggio.

#LudovicaComello Lei è brava, nel senso che sa come fare spettacolo e accattivarsi il gradimento del pubblico, ma non è proprio di lei che voglio parlare, ma del nuovo programma del canale 8 che è stata chiamare a condurre, quel Singing in the car che in qualche modo si rifà al glorioso Karaoke. Il problema è nella struttura dello spettacolo, lo abbiamo visto dagli spot che hanno preceduto la messa in onda, si canta in macchina come veri e propri pazzi alla ricerca di un divertimento che non esiste più oltre il minuto tre di qualsiasi tentativo di vitalizzare un incontro. Il problema è che molti ragazzini di oggi sono già cosi, con le loro macchinette li vedi andare in giro cantando a squarciagola come non ci fosse un domani. Adesso guardando questo programma, che guarda caso è stato affidato a un idolo dei teenager, visto che la Comello viene dalla serie di successo Violetta, ho paura che questi pazzi si moltiplicano e cominciano a venir fuori i primi danni seri.

#Charlie Qualcuno ha di nuovo sentito il bisogno di portare a una dimensione mediatica molto forte questo giornale satirico francese, famoso per l’attentato mortale di cui sono stati vittime in redazione da parte dell’Isis. Sorvolando tutta la questione, sorvolando tutta la questione polemiche che ne sono venute fuori, come dice Corrado Guzzanti, non mi era sembrata una cosa degna di tanta attenzione, ma se serve la mia opinione vado a procurarmene una. Io punto il dito su quelli che a loro tempo erano tutti Charlie e andavano in giro con la bandiera della Francia sui profili social, bandiera che è mancata per attentati in paesi che non ci hanno raggiunti emotivamente, perché non rientrano nelle scelte delle edizioni straordinarie a canali unificati.

#titolopost Ho messo questo titolo perché ce lo avevo fermo nelle bozze da qualche mese, era venuto fuori su twitter da una conversazione che Marta ha sentito vicino a lei. Non ricordo bene l’argomento centrale, però non sono riuscito a farne un post quindi lo utilizzo qui, magari ponendolo come didascalia alla ormai continua diatriba fra vegani e carnivori, tirata fuori alla grande anche in occasione del terremoto.

#KasiaSmutniak giovedi scorso finalmente sono riuscito a scambiare due parole con lei, gli ho detto di perfetti sconosciuti e lei è stata molto felice del mio apprezzamento. La trovo da sempre una donna affascinante, sicuramente intelligente, è abbastanza riservata e sempre gentile.

#fotodellasettimana in realtà è di più di una settimana, ma è talmente bella che me la sono tenuta da parte per utilizzarla in qualche modo, e allora la inserisco qui. Si tratta del castello di Predjama, si trova in Slovenia e la foto è di Alessia.

Alessia D'Angelo
©Alessia D’Angelo

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...