Mi piacciono i giardini d’estate, con il ghiaccio nel bicchiere e le spirali per le zanzare. Le luci si accostano al buio e al colore dei calzoncini, contorno ideale per i peli delle gambe. E bere fino a non poterne più, ubriacarsi di alcool e di virtù, spegnere la luce aspettando l’ultimo grido che tace, prima che si riaccende e la lampadina sorprendere quel bacio rubato, desiderato.

Annunci