Eva arrestata e portata in carcere, per poi essere tradotta in manicomio per ordini superiori, Ginko stesso cerca di opporsi a questa crudele prigionia, spinto dalle parole di terrore della stessa Eva Kant. Quindi in un’indagine parallela l’ispettore e Diabolik si occupano di controllare cosa succede in quella clinica il primo, e portare fuori la sua compagna il secondo. Il tutto in un continuo scenario di tensione. Storia del 1974 da rileggere per il modo in cui il tema viene affrontato. Disegni stupendi con Zaniboni all’apice della sua carriera diabolika.

Annunci