Gli effetti speciali di questa storia sono solo nel titolo, ma questo non vuol dire che l’idea di partenza non sia buona. Albo molto interessante per i neofiti, costruito con un geniale piano d’azione che coinvolge solo dietro le quinte Diabolik e Eva Kant, almeno all’inizio. La partecipazione di Ginko al telefilm come consulente in prima persona non mi convince, proprio nelle righe di presentazione ritroviamo le idee dell’ispettore sul rapporto Dk-media. belle le varie scene che vedono coinvolte macchine e inseguimenti, meno bella la ripetizione al contrario, nelle scene finali, di Diabolik che intima Eva di fermare il mezzo su cui è alla guida, per baciarla. per il resto rimane questa partita aperta fra Ginko e Diabolik, riguardo le anfore d’oro, mi aspetto una degna conclusione in un futuro che sarà.
Buoni i disegni di Barison, pur non essendo fra i miei preferiti, lo trovo adatto per questi speciali estivi. La copertina, prima di Buffagni per “Il grande Diabolik”, non rende quanto quelle degli inediti, ma forse è solo il soggetto utilizzato che si presta poco a un impatto visivo più forte.

Annunci