Diamanti grezzi (recensione Diabolik R luglio)

Ristampa di uno degli albi più apprezzati del 2002, Diamanti grezzi rappresenta l’onestà emotiva di due donne non proprio angeli, seppur in maniera diversa, nei confronti della società,ma con l’umiltà di saper difendere i più deboli. Resta l’inganno, inevitabile, di Diabolik verso la sua compagna, alla fine di questa storia che riprende un tema delicato e difficile da risolvere.
Patricia Martinelli, l’autrice, ne ha confezionate molte di queste storie, regalando ad Eva il ruolo di protagonista impegnata, qui in qualche modo affiancata da Ottavia, anche lei spietata e dura nella sua vita lavorativa, ma non per questo sensibile al male umano. In tutto questo Diabolik porta a termine un colpo e aiuta una fuga per il desiderio di Eva. Solo? E poi c’è la vendetta, quella che conosciamo, di Diabolik verso chi picchia la sua compagna, e quelle scene forti insieme alle tavole che rappresentano il bambino disperatamente impaurito, valgono la pena della lettura. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...