@Chiara Bautista
©Chiara Bautista

 

Poi ho paura a tornare in camera da sola, ma sono dettagli. Chi vuoi che se ne accorga.
Eppure sento occhi su di me, orecchie sui miei tacchi e mani nella scollatura.
Me lo immagino dietro di me, corpo sulla porta chiusa in fretta e braccia a cingere la mia figura.
Come se volessi scappare da quel sogno, da quel limbo creato in fretta per non accendere la luce.
Mi scopro a desiderare il fuoco dentro me, su un letto disfatto con rabbia, sesso in gabbia.
Fino a quando torna la paura, accende la luce e chiude la porta sull’incanto provocato.
E mi addormento fra le lacrime ripensando al vuoto che ho creato nel mio inconscio.
Oppure no.
©ToniM 2016
Prima frase di Pirofobia

Annunci