Non è niente per me
eppure mi giro a guardarla truccarsi
l’attrazione corrisponde a un riflesso allo specchio
e chi mente non è mai lo stesso
si cambia abito come pelo in inverno
il gatto che cede alle fusa per un letto.
Parlare di cosa
siamo come quei gufi stampati
sulla tovaglia con uno sguardo fisso
fisso come il telefono
che non smette mai di non suonare.
Parlare di cosa
è il mio ricordo preferito
quello di quando dirai che mi lasci
troppi se ci hanno ridotto la vita
a una birra consumata da soli
a fine giornata
un posto che non lasci mai.
©ToniM 2016

Annunci