Questo albo di maggio di Diabolik, dal titolo Non solo per i diamanti” vede ai testi Gomboli e Faraci e ai disegni Facciolo, con copertina come sempre realizzata da Buffagni.

12513896_1072188416178790_342611800565573854_o

<Recensione>Nel momento in cui entra in scena Nina River, a tav 79, cambia l’aspetto della storia, e dire che comunque Nina è un personaggio di incalzo in questa avventura, eppure il suo utilizzo a mio parere risulta sempre più efficace, soprattutto vista la “complicità” salda oramai consolidata con Il Re del Terrore. Fino ad allora assistiamo a situazioni soprattutto tecniche che vedono i nostri occupati in un colpo complicato, appoggiati da un complice imprevisto, dove purtroppo deve farsi largo uso di dialoghi lunghi. Nella seconda parte invece l’intrigo prende piede, dove tra ricerca di uomini e inseguimenti degni dei miglior polizieschi sale l’adrenalina, nello scontro frontale con Aldo Nisben. Due dati rilevanti, veniamo a sapere dell’esistenza di un personaggio implicato in loschi affari, il burattinaio, “E questo burattinaio ? Mi chiedo chi sia in realtà” chiede Eva al suo compagno, che risponde:”un giorno lo scopriremo”. E poi le due tavole finali, dedicate interamente, fra le righe, a quel rapporto fra Diabolik e Eva di cui ho parlato prima. Copertina molto bella, anche se non rappresenta idealmete la storia a mio giudizio, la retro una delle miglioriin assoluto di Buffagni e miglior Nina mai vista. Parlo di sguardo e posizione. Per quanto riguarda i disegni di Facciolo mi viene da dire, sono lontani i tempi in cui…Ma allo stesso tempo non posso non menzionare la vignetta di tav.78, con Diabolik nell’oscurità e i soli occhi in risalto, nello stile delle prime storie degli anni ’60. Come frase dell’albo menziono quel “grazie Diabolik” pensato da Nina a fine albo, che rappresenta a mio giudizio un ponte interessante per future storie in cui i due personaggi possono condividere la scena.

Annunci