No tag no party

In questi giorni non si fa che parlare del referendum che si svolgerà il 17 aprile, a quanto pare pilotato bene politicamente, pochissimi hanno spiegato il senso della situazione. Ora però non mi preme occuparmi di questo ma di un’altra situazione.
I Blog sono invasi sempre più da questi determinati post in cui si traccia l’esistenza attraverso i più svariati tag , così sono chiamati ma servono a definire una persona attraverso delle domande o definizioni appropriate, è vanno dai libri alla pizza dai film a come vai al bagno. Sinceramente mi sembra si stia esagerando un po, il senso di un Blog sta nella forza che ha di trasmettere emozioni, ma anche solo considerazioni, volendo parlare della propria vita, o anche mostrare la propria passione come fotografo, disegnatore o anche scrittore, ma ritengo fuori pista questo altalenarsi con tag tirati fuori tutti i giorni come unico stimolo di sopravvivenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...