Confusione

Se,  non hai niente da dire
stasera,  parlo io
lo faccio anche per te
per capire meglio questo nostro stare svegli.
E inventare le parole
qualche volta stabilisce le distanze
è una ricarica del cuore
come se un abbraccio desse pane.
Poi salire sui gradini della confusione
immaginare di comprare tutto il dolore
buttando i sogni dalla finestra del peccato
per poi ricominciare a credere al futuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...