Io non sono più felice di te, forse la nostalgia comprenderai qualche volta trasforma il rimpianto in devozione, come se a circondare di parole belle un ricordo questo diventa infinito.
Strano ora parlare di questo con te,  ma non esiste rammarico peggiore di non aver saputo spegnere un silenzio che fa più rumore di un tuono improvviso, macchiando il cielo di un colore proibito.
Ti riconosci ancora in quelle lettere spedite e in quelle frasi dedicate, in quelle sere spensierate a dividere le giornate fra belle, brutte e superate.
Te le ricordi o le hai già bruciate?

Annunci