Ritratto astratto

C’èra solo un po di vento
quella domenica mattina
tè a colazione
il rubinetto che perdeva.
Mi ero alzato stanco
la pigrizia mi apparteneva.
di colpo rimasto solo
la mia donna era andata via.
Ora un ritratto astratto
il mio mal di testa
visto allo specchio
l’anno vecchio alla finestra.
Senza una donna accanto
e il dentifricio spremuto
è una strada senza asfalto
nel tempo prigioniero come un detenuto.

©Toni2016

Annunci

5 pensieri riguardo “Ritratto astratto

  1. Bella. Moltissimo! A me è arrivato un filo di tristezza. Forse non è nemmeno tristezza, è qualcosa di simile però… Insomma ho provato un emozione strana. Forse era semplicemente monotonia, noia… La vita è sempre uguale nonostante ogni anno ci si aspetta qualcosa di nuovo. Siamo sempre alla ricerca di novità, ma in realtà sappiamo bene che se non siamo noi ad agire l’anno nuovo non farà miracoli.
    Ti auguro un buon anno 🙂

    Liked by 1 persona

  2. il vento che ti porti dietro
    è solo quello della sera prima
    – vedi pure da dietro il vetro
    una stanca domenica mattina

    ritratto astratto!

    meglio che fai uno scatto
    di sedere e di serratura:
    rifatti il letto
    chiudi ‘sto rubinetto

    evadi prigioniero matto!

    sto al bar per ordinare
    cappuccino e cornetto
    – all’ultimo che arriva
    tocca pagare!

    😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...