Lettera per il paradiso (14-11-2011)

Il mio è un altro viaggio dentro il tuo ricordo, sotto un cielo d’autunno ancora soleggiato da scaldare il cuore quanto basta, per fermare il tempo e tornare indietro nella rassegna dei giorni migliori, come fossero ancora fiori le melodie delle canzoni che ricordavi e pane i racconti sugli americani in una guerra per noi ancora troppo lontana e difficile da capire. Passano ancora quegli aeroplani in questo stesso cielo e sembra di volare insieme a loro, anche se il futuro è diverso e la speranza un campo di battaglia.
Come mi vedi da lassù, come lo senti battere il cuore confuso nella paura di un domani inesistente o comunque privo di libertà di comprendere ed essere compresi. Come vedi questa confusione che genera ribellione, senza mai una volta che si provi a difendere i rapporti umani.
Penso poi a quanto è bello il paradiso, senza cellulari, whatsup e video chiamate.
Penso a quanto sia vicino il sole ma anche il vento, e lontano il vuoto che raccoglie questo mondo.
Penso al bene che ti voglio ancora ogni volta che ti cerco, in quelle fotografie, prima di dormire e appena sveglio.
@Toni2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...