Passano

Dormono, la notte le ombre
riposano i pensieri dei distratti
come solo la carta delle caramelle
scartate in fretta fra le mani
dimenticando di esistere oltre l’ingoio.
Cantano, gli uccelli tra i rami
circondano i fiori dei beati
come quando la domenica alla messa
le anziane donne si confessano
desiderando che fosse tutto vero.
(Confessa i tuoi peccati stella mia
stammi vicino come si assiste un guerriero
nascondi le mie paure nei giochi della tua scia
e abbracciami più forte ad ogni desiderio)
Passano, i giorni tutti uguali
consumando decisioni nel fuoco disperato
come etichette sulle bottiglie di vino
aspettando qualcuno a cui offrire un bicchiere.
@Toni2015

Annunci

2 pensieri riguardo “Passano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...