Uscita: 29/05/2015 Soggetto: Luigi Mignacco Sceneggiatura: Luigi Mignacco Disegni: Sergio Gerasi Copertina: Angelo Stano
Uscita: 29/05/2015
Soggetto: Luigi Mignacco
Sceneggiatura: Luigi Mignacco
Disegni: Sergio Gerasi
Copertina: Angelo Stano

Sal ha un vizio, quello del gioco… Un vizio particolarmente brutto se ci si è indebitati con una bisca gestita dalla mafia russa. L’uomo ha un piede nella fossa anche per aver tradito la moglie, Teresa, esponente di una delle più illustri casate dell’aristocrazia inglese, con la donna di un boss. E, finalmente, Teresa sta per ottenere il divorzio dallo scellerato marito. Gli spiriti degli antenati che aleggiano nell’antica magione di famiglia non vogliono, però, che Sal venga ucciso prima di aver divorziato, per non dover convivere per l’eternità con quell’animaccia nera. Spetterà a Dylan il compito di salvargli la pelle.

(recensione)
Questa volta sono i fantasmi a lavorare con Dylan, veri protagonisti nella lotta tra l’italiano e la mafia russa, debiti di gioco e altri inganni con il boss di turno.
Sono proprio gli spiriti a rendere piacevole questa avventura, senza horror ma con il pathos degli inseguimenti e delle sparatorie. Dylan Dog si trasforma suo malgrado in quel poliziotto che non è mai voluto essere, agli inizi della sua carriera in scotland yard, e il linguaggio praticato nella storia si scosta leggermente dal modulo classico. Disegni molto belli con primi piani davvero ben definiti. Belli i personaggi nelle loro caratteristiche fisionomiche, una su tutte Teresa. La copertina spettacolare di Stano che rimanda alla famiglia Addams chiude il cerchio del voto positivo alla storia.

La frase del mese:
(Teresa spiega al marito di aver assunto Dylan in quanto cacciatore di fantasmi, indicando internet come fonte per potersi informare al riguardo)
Solanca: E secondo te dovrei crederci perchè è scritto su internet?
Dylan: In effetti, quello sarebbe un buon motivo per dubitarne. Ma io non sono su internet.

Annunci