Nerone, il gatto nero

54108123413_normal

…mi riesce anche facile immaginare Nerone, il gatto nero che mio padre teneva con se in portineria. Quanto amava quel gatto! Doveva nasconderlo agli occhi della padrona che, forse anche per superstizione, lo detestava. Riuscì a farlo restare nel palazzo per un bel pò, ma un giorno la signora non ne potè più: forse le aveva ammazzato un canarino, le aveva guastato le ortensie o, più semplicemente, aveva paura che portasse jella. fatto sta che mio padre fu costretto a liberarsene. Lo portò lontano, in campagna, e lo abbandonò. immagino che quel giorno gli si sia spezzato il cuore.
Sei mesi dopo, però, Nerone ritrovò la strada di casa e tornò alla portineria. Era sciupato, spelacchiato, reduce da chissà quali battaglie. saltò in braccio a mio padre, come aveva sempre fatto, solo che stavolta fece la pipì sul suo vestito della domenica. Un attimo dopo sgattaiolò via e non lo videro più. Adoro i gatti.
(tratto dal libro “Tutto sommato- Qualcosa mi ricordo” di Gigi Proietti (2014)

Annunci

2 pensieri riguardo “Nerone, il gatto nero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...