Guardo i miei occhi allo specchio. Sono gli stessi di quando sarò.

Non ti girare adesso
fidati del buio e’ magia
bastano i miei occhi per guardare attraverso
e i tuoi baci per ingannare il tempo.
Puoi immaginare mondi nuovi
vivere in un mondo di cappelli
salutare tutti a gesti sempre quelli
e riprendere la direzione del viaggio infinito.
Siamo malati di buona volontà
giudizi appesi al pregiudizio di chi resisterà
smorfie costanti i riflessi ballati allo specchio
io e te siamo il solo nostro domani.
@Toni 2014(testo già pubblicato come “Inferno”, presenta un cambio di due parole.
titolo post Laura Marziali.

Al cinema il gioco con gli specchi è cominciato da molto lontano, anzi dall’inizio, come la splendida scena che vede Charlot in fuga da un poliziotto all’interno di un luna park nel film Il circo, di cui già ho parlato, sulla stessa scia i fratelli Marx si propongono con questa meravigliosa scena tratta da”La guerra lampo dei fratelli Marx”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...