N° 3
Data uscita: 01/03/2015
Pagine: 120
Soggetto: L. Ferraresi – A. Pasini
Sceneggiatura: T. Faraci
Disegni: E. Facciolo
Elaborazione digitale: P. Tani
Copertina: M. Buffagni

(Trama)Le gemme della duchessa Von Harden sono irresistibili e, per poterle conquistare, Diabolik dovrà riaprire un vecchio rifugio a Lorraine. Ma non sa che quella ricca cittadina nasconde intrighi e segreti che potrebbero costare la vita a lui e ad Eva.

(Recensione)Imprevedibile. Ma anche tutto scritto, immaginabile, tranne il finale, nell’esecuzione morale che passa una volta tanto nelle mani e l’idea di Eva. Eva perdona a modo suo e nessuno ne esce scontento.
L’idea di questa storia si basa sull’uso improprio delle maschere di Diabolik, mai fino a ora qualcuno era arrivato a produrre le famose maschere di Diabolik a sua insaputa, e la conseguenza casualmente rende pericoloso il fatto, facendo scoprire l’arcano. Da qui il titolo dell’albo.
Segnalo una scena, divertente,mi sta a cuore perchè amante di questi felini, il gatto che non riconoscendo naturalmente la padrona che gli da il cibo, reagisce e impropriamente gli strappa la maschera. Naturalmente questa scena serve per accordare un avvenimento più importante che verrà svelato sul finale.
Copertina bella, ma quando manca la figura o anche solo gli occhi dei due protagonisti, perde di valore, retro nella norma, Slash page transitoria, senza una scena che possa richiamare un avvenimento, al di la dei fuochi artificiali. I disegni di Facciolo degli ultimi anni purtroppo non mi entusiasmano, buoni semplicemente.

Annunci