La bambina recita la poesia a memoria
lo sguardo diretto verso la sedia vuota
dietro la prima fila e una giacca sola
col pensiero pronto da essere spedito
verso un mondo lontanissimo.
Dove sei madre
dove hai nascosto i sogni
i problemi da risolvere
la ninnananna da cantare
gli incubi da cancellare.
Dove sei stata
per non potermi recitare favole
insegnarmi a fidarmi dell’amore
quello che arriva con un bacio
e un letto da disfare.
Cosa farò domani
terminata la poesia
camminando nella via
con il tuo ricordo da cercare
arrivando nel tuo mondo lontanissimo.
©Toni2015

Annunci