A modo mio

Ribloggo questo post perché penso che la bellezza della scrittura va condivisa, dove c’è spazio per riconoscere tracce di vita consumata, con amore.
Toni

gelsominorampicante

Poca neve sull’a ventiquattro. Cielo dispettoso. Uno spettacolo in meno da godersi. L’asfalto passa veloce. Lo guardo dall’alto. Il finestrino sembra un trono regale. Fisso punti a caso. Mi ha sempre attratto la velocità. Sfida il tempo. Chiudo gli occhi. Respiro. Li riapro. Sono già passate due ore. Luci. Colori. Intermittenze. Clima mite. A destra: il mare. Bentornata a casa. Quando si avvicina un desiderio, l’attesa sembra non essere mai esistita. Ed eccola lì, la fermata. Ed eccola lì, puntuale, sorridente nonostante l’ora, incappucciata e infreddolita, la mamma. Viviamo tutti aspettando. Viviamo tutti aspettando qualcosa. Qualcuno. Viviamo sperando che il momento sia maturo. Aspettiamo e ci dimentichiamo di vivere. Non so cosa ne possa pensare mia mamma, ma so che vederla è stato bellissimo. Perché lei lo è. Perché il suo calore e il suo odore sono unici al mondo. Ineguagliabili ed insostituibili. Il viaggio in macchina. Verso casa. I…

View original post 552 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...