http://www.dolcidichiara.it

Mi piace immaginare oggi il riassunto di un’esistenza racchiusa nel piccolo spazio della creatività mentale che solo un oggetto come una conchiglia può produrre.
Ecco, ogni anno perdersi un solo giorno, quel giorno, su una spiaggia fra tanti altri viaggiatori dell’esistenza, come fosse un diario riproducibile tramite l’effetto sonoro di una conchiglia.
E tutti i pensieri, le grida, i silenzi d’amore e le speranze perdute destinate a una sola persona, pronta a riporre sopra un mobile o in una vetrina anche tutti i giorni da innamorato, la gioia, il viso di lei nascosto dai capelli e il vento complice nell’aiuto di un abbraccio complice.
E le candeline soffiate, la strada percorsa, la neve d’inverno le spiaggie d’estate.
E le notti tormentate tra righe di libri e inchostro di penne, racconti dettati dalla fantasia e dalla vita, dando vita a storie e poesie. Le tue, le mie.
E i miei giorni sul blog, Attingendo memorie, e i miei giorni perduti, quest’anno malato dell’amicizia perduta, Sempre così differente, sempre troppo importante da non riuscire a scacciare il peso nel cuore, sul carro che continua a viaggiare da solo, aspettando un altro carnevale.
Buon compleanno amico mio, mio profeta e inventore, alter ego dei giorni distratti e dei sogni malandati, come panni stesi in un giorno di pioggia e ritagli di giornale in un giorno di vento.
Che sia Unododici o Numeronove, Toni è rimasto ad aspettare, con una conchiglia in mano e un’offerta migliore: un anno in più da spendere a imparare, non a crescere, ma a restare.
(Per questo post mi sono ispirato attraverso un meraviglioso pensiero di Niki sulle conchiglie. Grazie anche a te!)
Titolo post @Cos•tan(za)’s Blog

Annunci