Mai più ispettore Bloch (recensione DyD 338)

 Uscita: 29/10/2014 Soggetto: Paola Barbato Sceneggiatura: Paola Barbato Disegni: Bruno Brindisi Copertina: Angelo Stano
Uscita: 29/10/2014
Soggetto: Paola Barbato
Sceneggiatura: Paola Barbato
Disegni: Bruno Brindisi
Copertina: Angelo Stano

Con due settimane di ritardo dall’uscita vi propongo le mie impressioni su questa prima storia del nuovo corso di Dylan Dog, che ha avuto il mese scorso il giro di boa con l’albo Spazio profondo (Qui la recensione) .
Storia scritta da Paola Barbato trovo la scelta azzeccata, visto che in passato ha creato tra le migliori storie di Dylan. L’albo che descrive il tanto atteso pensionamento dell’ispettore Bloch si circonda di un alone di mistero che arriva a far pensare anche a una dipartita dell’ispettore, con grande preoccupazione dell’amico e “figlioccio” di sempre, Dylan, che arriverà a ingaggiare una sfida con la sua vecchia conoscenza, la Morte. Ben inserito come non mai il personaggio di Jenkins, agente più dispiaciuto per la fine del rapporto con Bloch, e la storia parallela dei morti non morti ha il suo fascino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...