C’era vento di mare e si potevano ancora contare le stelle col dito

Aspetto sempre che arrivi la sera
per poterti pensare nella cornice migliore
che non sia solo illuminarti
forse desiderando si ottiene si più.
Aspetto ogni volta di vedere le stelle
illuminate e belle
fotografando agli occhi della mia ragione
la tua visione a me particolare.
Un vento leggero spostando le foglie
cerca un passaggio per lasciarti ammirare
scomparendo poi tra i ricordi impressi nell’aria
lascia una scia di profumo di luna.
Aspetto quel vento in compagnia della sera
aspetto quel vento mi riporti da te
in compagnia delle stelle e il desiderio che c’è
di immaginare amore indicando col dito quale sei tu.

©unododici 2010

citazione titolo:Gabriel Garcia Marquez:Cronaca di una morte annunciata.

Annunci

3 pensieri riguardo “C’era vento di mare e si potevano ancora contare le stelle col dito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...