The Disappearance of Alice Creed
Gran Bretagna 2009
Genere: Thriller
durata 100′

Regia di J Blakeson
Con Gemma Arterton, Martin Compston, Eddie Marsan

Trama
Due ex galeotti, Vic (Eddie Marsan) e il giovane inesperto Danny (Martin Compston), progettano il sequestro perfetto. O almeno così credono. La vittima designata è Alice Creed (Gemma Artenton), figlia di un magnate e l’obiettivo è, ovviamente, chiedere un riscatto milionario. Alice viene presa in ostaggio e rimane chiusa in una stanza legata ad un letto. Pur essendo terrorizzata la ragazza non si lascia sopraffare, cercando di difendersi dai suoi aguzzini. Vic e Danny non si aspettavano una reazione simile e il loro piano criminale comincia a vacillare.
(Crediti e trama tratti da Film tv)

(Mia recensione)
Film ambientato quasi totalmente su un unico set, nella casa dove viene tenuta priogioniera Alice, rapita a scopo di estorsione, tenuta legata mani e piedi a un letto. Gemma Arterton(Alice Creed) passa su quel letto quasi tutta la durata del film,sotto il controllo dei due rapitori, di cui uno più sensibile e delicato nei confronti della donna rapita, figlia di un riccone. Il primo colpo di scena nel film, che ggiunge ad alzare un ritmo fino ad allora troppo blando, viene proprio dal confronto che si viene a creare fra questi due personaggi. Il secondo colpo di scena viene rappresentato dalla scoperta di quello che è il reale rapporto tra i due rapitori. Nel finale dopo un susseguirsi di situazioni ribaltate, sarà proprio la vittima a trarre vantaggio dall’esperienza subita.

Annunci