I problemi per Diabolik in questa storia sono doppi, organizza il colpo ma si titrova suo malgrado incastrato in una situazione più grande di quanto si poteva immaginare, prigioniero insieme a dei poliziotti che vedranno la salvezza solo grazie al suo contributo. L’argomento centrale di questo albo è trovare una via di fuga da una trappola che potrebbe sembrare uno scacco matto, ma Diabolik mostra il suo sangue freddo e la sua abilità di fronte a un pubblico composto da poliziotti e da una banda senza scrupoli. Le scene di fuga a cui assistiamo sono memorabili.
Per quanto riguarda il debutto annuale con la nuova copertina e nuova grafica, nulla da dire, se non confermare le parole di approvazione già scaturite alla visione digitale dell’anteprima. Complimenti quindi a Matteo Buffagni, e alla redazione dell’ Astorina, in primis Mario Gomboli, per la scelta fatta. I disegni della storia in questione non mi convincono appieno, nei primi piani, naturalmente le scene d’azione sono un’altra cosa. Bella la spalsh page, che richiama una delle prime tavole dell’albo e anche le modifiche effettuate alle pagine finali.

N° 1
Data uscita: 1/01/2014
Pagine: 120
Soggetto: M. Gomboli – T. Faraci
Sceneggiatura: T. Faraci
Disegni: E. Barison – G. Montorio – L. Merati
Copertina: M. Buffagni
Annunci