Nutro il tormento della tua assenza lasciandoti andar via

non rispondo alle troppe domande alimentando la follia

Pulisco ogni volta i vetri della finestra

pensando che lo sporco copra la tua presenza

eppure al di la c’è il vuoto a coprire la distanza

chiudo le tende  mi rassegno a immaginare un sole che splende.

C’è un sole che splende sulla tua pelle anche d’inverno

come fosse una stagione da creare dal nulla

come quando un ritorno produce salti di gioia

dai tuoi rami crescono frutti che inducono al peccato.

Eppure nessuno ci ha mai punito

per questo amore ben definito

C’è un colore nuovo che si sta facendo strada

cresce dagli occhi di una ragazza ricercata

fuorilegge nei sentimenti

pentita per le troppe assenze

da un cuore che non sente piu i battiti

come candele spente troppo in fretta

quando la luce non è ancora tornata

e al buio si chiariscono le idee

Ma l’oscurità nasconde anche la mortale illusione di rivederti ancora

non appena l’alba del nuovo giorno ridarà la vista del mondo incantato

che una assenza cosi non l’ha mai probabilmente capito

se fosse figlia di un sogno non ancora avverato

Tony 2010

Annunci